Como hacer una transferencia bancaria internacional

Lista de Codigos SWIFT por Paises

Buscar este blog

Come si compila un bonifico bancario on line

Come fare un bonifico bancario Fare un bonifico bancario è una operazione abbastanza semplice. Innanzitutto occorre spiegare che il bonifico bancario, o semplicemente bonifico, è una operazione di trasferimento da un conto bancario ordinante ad un conto bancario destinatario. La disposizione del bonifico può essere richiesta presso qualsiasi banca. In via generale esistono due modi per fare un bonifico bancario.

Come fare un bonifico bancario allo sportello. Ci si reca allo sportello bancario della propria banca e si compila una distinta per effettuare il bonifico. Dinnanzi al cassiere si compila la distinta indicando l'importo del trasferimento di fondi, le proprie generalità, il conto ordinante, le modalità del pagamento (in contanti o con addebito sul conto corrente), la causale del bonifico, la data di esecuzione del bonifico, la tipologia del bonifico (ordinario o urgente) il nome del beneficiario e il conto di destinazione (coordinate IBAN). Molte banche mettono a disposizione i moduli delle distinte nella zona di attesa per consentire ai clienti di compilarli prima di arrivare allo sportello. In alternativa potete chiedere la distinta ad un qualsiasi sportello bancario e compilarla mentre siete in coda di attesa. La distinta va firmata e consegnata al cassiere.

Come fare un bonifico bancario telematico. Il bonifico bancario telematico può essere richiesto dai clienti dei servizi home banking. Il cliente accede alla propria area personale sul sito della banca e compila la distinta telematica sotto forma di modulo online. Per convalidare la disposizione è necessario digitare la propria password, la propria firma digitale o il codice di sicurezza messo a disposizione dalla banca. La distinta online richiede le stesse informazioni del bonifico allo sportello. Cambia soltanto la modalità della richiesta che può essere effettuata da casa o dall'ufficio senza doversi recare in banca. La disposizione di bonifico telematico può inoltre essere richiesta in qualsiasi ora del giorno, anche quando gli uffici al pubblico dell'istituto bancario sono chiusi.

Fino al 2008 era sufficiente indicare nel bonifico le coordinate bancarie ABI, CAB e il numero di conto corrente del destinatario. Oggi queste coordinate non sono più sufficienti. Per eseguire un bonifico è necessario indicare le coordinate IBAN del conto corrente beneficiario.

Carta Di Credito Prepagata MasterCard.

Cos’è il Bonifico Bancario

Il bonifico è uno strumento di pagamento che permette di trasferire dei soldi nel conto di un creditore. Esistono dunque due soggetti, debitore e creditore, su cui si concentra l’operazione stessa: dovuta una certa somma ad un creditore, il debitore ha diversi mezzi per poterla saldare, tra questi vi è il bonifico bancario. Il trasferimento di denaro avviene anche tra due soggetti molto distanti tra di loro, per questo è la scelta più optata da persone fisiche e perone giuridiche.
Perché sceglierlo?

I metodi di pagamento sono sicuramente molteplici. Il bonifico è solo uno dei tanti, ma ha degli ottimi vantaggi che lo rendono ampliamente utilizzato. Innanzitutto, è comodo anche per chi non possiede un conto corrente bancario: basta infatti che sia il creditore ad averne uno, mentre il debitore può presentarsi direttamente in banca con la somma da versare in contanti. Può, inoltre, essere utilizzato per pagamenti ad ampia distanza, fino ad arrivare anche in altri Paesi diversi dal nostro; ovviamente, se si tratterà di effettuare un bonifico in un conto corrente estero potremmo avere delle spese accessorie in più, ma la comodità di poterlo fare è sicuramente un vantaggio maggiore. È inoltre possibile farlo stando comodamente seduti a casa: oggi, con la possibilità di effettuare operazioni online, molte banche ci permettono di effettuare bonifici bancari direttamente dal nostro pc, avendo cura di avere tutti i dati necessari. Altro vantaggio è quello delle somme: si possono versare le somme che vogliamo, senza limiti di alcun tipo. Tutte le operazioni effettuate tramite bonifico resteranno poi come traccia nella nostra storia contabile, sarà quindi possibile rintracciare le transazioni, anche grazie alle ricevute di prova.
Quanto costa fare un bonifico?

Il costo dipende dalla banca a cui ci si appoggia: se si decide di effettuarlo online, i costi saranno notevolmente ridotti. In una normale filiale, invece, il costo può variare dai 3,00 € ai 10,00 €.
In quanto tempo arriva un bonifico?

Solitamente, una volta effettuato il pagamento, servono dai 2 ai giorni lavorativi per far si che la cifra accreditata sia presente sul conto corrente del creditore.

Sulla modalità per effettuare un bonifico bancario, vi rimandiamo alla nostra guida “Come effettuare un bonifico bancario”.

Il bonifico bancario è un metodo di trasferimento di denaro fra due differenti conti di persone diverse, o attraverso un'operazione di cassa soggetta ad una commissione.

Nel modulo del bonifico, modello prestampato per ogni banca, vi è un beneficiario, ossia chi riceve il bonifico, del quale deve essere fornito il numero di conto corrente e il codice della banca di appartenenza (ABI e CAB), entrambi identificati da cinque cifre.

Il codice ABI identifica la banca mentre il CAB identifica la filiale alla quale ci si è rivolti.

Viene anche richiesto il motivo del bonifico, oltre al numero di conto corrente, indirizzo e abitazione di colui dell'intestatore del bonifico.

A volte è anche indispensabile possedere il codice/lettera del CIN, una nuova richiesta delle banche per meglio garantire la destinazione.

Sempre più spesso viene offerto ai possessori di conto corrente la possibilità di effettuare online il proprio pagamento, con maggiore comodità e rapidità del processo.

Il bonifico viene molto spesso, come già accennato, effettuato fra due conti bancari.

Ma attraverso il pagamento di cassa è altrettanto possibile (previo pagamento della commissione) trasferire soldi e riceverne direttamente dalla banca.

Dal primo gennaio 2008 però il sistema dei bonifici è stato radicalmente variato: al posto dei tre differenti codici richiesti in precedenza, viene domandato il codice unico, l'IBAN, che è composto da 27 cifre indicanti tutto l'insieme delle coordinate bancarie.

Un numero a undici cifre identifica invece l'operazione, che diventa quindi riconoscibile e unica.

Questo numero viene chiamato CRO, Codice di Riferimento Operazione, e può sempre essere richiesto dall'intestatario per verificare la correttezza dell'operazione.

Infine, possiamo dividere, secondo urgenza, il bonifico bancario in due tipologie: urgente e ordinario.

A seconda dell'importanza dello stesso, l'ordinante può eventualmente domandare un bonifico urgente in un canale dedicato per poter recapitare il denaro entro poche ore.
Un bonifico è un'operazione bancaria che consente il trasferimento di fondi da una persona fisica o giuridica (ordinante) ad un'altra (beneficiario). Il trasferimento dei fondi può avvenire addebitando ed accreditando i rispettivi conti correnti, oppure per cassa, cioè presentando il corrispettivo in contanti alla banca che origina il pagamento oppure ritirando il corrispettivo in contanti presso la banca ricevente.


Un bonifico è un'operazione bancaria che consente il trasferimento di fondi da una persona fisica o giuridica (ordinante) ad un'altra (beneficiario). Il trasferimento dei fondi può avvenire addebitando ed accreditando i rispettivi conti correnti, oppure per cassa, cioè presentando il corrispettivo in contanti alla banca che origina il pagamento oppure ritirando il corrispettivo in contanti presso la banca ricevente.


Talvolta questa tipologia di operazione è gratuita, ma più spesso è soggetta al pagamento di una commissione a carico dell'ordinante, che dipende dalla tipologia di bonifico (per cassa, con addebito in conto), dall'urgenza, dall'importo, dalla valuta, dalla nazione del destinatario, e da canale di conferimento (sportello, per corrispondenza, telematico).


Voci http://bancheoffshore.com/

Il pagamento Mediante Avviso, detto anche MAV, è una procedura interbancaria standardizzata di incasso mediante bollettino (la banca del creditore invia un avviso mediante bollettino al debitore). Viene utilizzata dalle grandi organizzazioni, come enti pubblici, oppure anche da amministratori di condomini, ed è pagabile senza spese presso qualsiasi sportello bancario. Il MAV può essere pagato anche presso tutti gli uffici postali.
Il pagamento del MAV è gratuito sia allo sportello sia se pagato tramite altri canali, anche telematici, messi a disposizione dalle banche (non presso Poste italiane, che lo tratta come un versamento su conto corrente postale e quindi applica una commissione). Il costo per l'emittente varia sensibilmente da un istituto all'altro: può essere gratuito o prossimo al costo di un bonifico bancario.
Il MAV permette di pagare tasse e imposte, contributi ad enti pensionistici, rate di mutui e finanziamenti, rate del condominio.
È identificato da un codice di 17 o 18 cifre. Si differenzia dal RAV, per il quale l'emittente può scegliere che sia a pagamento, che può essere limitato ad alcune banche convenzionate e a strumenti di pagamento abilitati (può ad esempio essere eseguito con carta di credito, ma non con bancomat), ed ha anch'esso un codice di 17 cifre preceduto da 0.

La banca esattrice comunica alla banca assuntrice che il pagamento è avvenuto attraverso una specifica procedura interbancaria su RNI.